Salvezza diretta gettata al vento: Sangemini – Del Nera 2-2

Con il pareggio acciuffato dai termali nei minuti di recupero, il Del Nera mette a serio rischio la permanenza in prima categoria: se con una ipotetica vittoria contro il Sangemini, il destino dei sanliberatesi sarebbe stato nelle proprie mani nell’ultimo incontro di campionato con il Castello senza dover guardare i risultati delle avversarie, il punto che i ragazzi di Mancini portano a casa dalla trasferta odierna, non assicurerà la salvezza diretta nemmeno in caso di vittoria all’Adelaide nella partita conclusiva del campionato. Il pareggio ha trascinato il Del Nera in una situazione paradossale, dove non solo potrebbe cadere negli spareggi per non retrocedere, ma addirittura si potrebbe accadere di incrociare ancora il Sangemini in una probabile finale play out, nonostante aver maturato i +10 punti previsti dal regolamento per l'annullamento degli spareggi.

A complicare la situazione, tra le altre cose, ci sono da considerare una serie di eventi fuori dal comune che hanno caratterizzato al 29^ giornata, a partire dalla non presentazione della Nuova Attiglianese sul campo di Pantalla, la quale già retrocessa da qualche settimana, non ha onorato fino alla fine il campionato regalando di fatto tre punti a tavolino all’Olimpia Pantalla. Gli altri risultati poi, la vittoria del Real Sant’Orsola sul Todi e il pareggio del Lugnano a casa del Romeo Menti, da una parte fanno scalare il Del Nera in tredicesima posizione con il sorpasso appunto del Sant’Orsola, dall’altra permettono al Lugnano di portare a casa un punto essenziale per rimanere momentaneamente al di fuori degli spareggi e nel contempo permettono di festeggiare al Romeo Menti la vittoria del Campionato con un turno di anticipo.

Sul campo, in una giornata tutt’altro che primaverile, il Sangemini tira fuori le unghie e il primo tempo si rende molto più pericoloso degli ospiti. Al rientro dagli spogliatoi invece, il Del Nera prima trova il gol su rigore guadagnato e trasformato da Laurenti, poco dopo il raddoppio con Mariani. Ad un minuto dal novantesimo, quando sembrava cosa fatta, i rosso blu riescono ad accorciare le distanze sfruttando al meglio un tiro dalla bandierina, mentre al terzo di recupero, giungono al pareggio con un tiro dalla distanza che indirizza il pallone in rete dopo un rimbalzo strambo proprio davanti la porta.

Nei primi cinque minuti di gioco è il Del Nera ad essere subito pericoloso, prima con una conclusione alta di Settimi lanciato da Proietti, poi con un colpo di testa dello stesso Proietti su cross dalla tre quarti di Fabiani, con il pallone facile preda del portiere di casa. Il Sangemini non rimane a guardare, arrivando al cross al 13’ dalla destra che il n. 9 Martellotti appoggia tra le mani di Sorato. Al 20’ poi, Settimi riesce a recuperare un buon pallone a centrocampo e a presentarsi in area dove tenta una conclusione da posizione defilata che termina sul fondo.

Nel momento in cui gli ospiti avrebbero dovuto cominciare a dimostrare il proprio valore, dopo il contropiede messo in atto da Settimi, cominciano invece a ritirarsi nel proprio centrocampo, permettendo al Sangemini di essere più volte pericoloso. Al 22’, una palla chiamata in ritardo da Sorato, mette in difficoltà Orazi in fase di disimpegno, permettendo il recupero del pallone ad un giocatore rosso blu, il cui tiro viene allontanato da terra dal portiere sanliberatese. Dal corner che ne consegue, il pallone taglia tutta l’area di rigore fino ad arrivare sulla testa del n. 6 Fortunati, il quale da solo in area colpisce alto.

Il Del Nera prova a rialzarsi al 29’ guadagnando due tiri dalla bandierina consecutivi, sui quali gli uomini di mister Daniele Scimia riescono a padroneggiare. Sul ribaltamento di fronte tra l’altro, Sorato è chiamato in causa prima per deviare in angolo un tiro cross del n. 3 Cipiccia e poi di nuovo ad intervenire sul pallone calciato in porta direttamente dal calcio d’angolo. La rapida rimessa in gioco della squadra di San Liberato, mette in difficoltà gli avversari i quali si fanno sfuggire l’affondo di Proietti e il tiro dai venticinque metri che impegna il n. 1 Marcelli; sulla respinta corta si tuffa Romagnoli, i cui due tentativi di cross basso vengono respinti rispettivamente prima dal portiere e dopo dalla difesa del Sangemini. L'estremo difensore di casa è chiamato ancora ad intervenire al 39’ con una punizione laterale che Testarella indirizza bene vicino al palo.

Sul finale del primo tempo, il Sangemini spreca tre consecutive e ghiotte occasioni per andare in vantaggio al riposo: la prima è con un tiro dalla distanza del n. 11 Finistauri che termina alto, poi con due azioni fotocopia che vedono i termali arrivare al fondo della corsia di sinistra e crossare al centro, con il n. 7 Capotosti prima e il n. 9 Martellotti dopo, che non arrivano all’appuntamento con un pallone solo da spingere in rete.

La seconda frazione di gioco parte con la prima sostituzione della giornata al 49’ con Laurenti che rileva Pieri. Proprio il nuovo entrato al 6’ si getta su una palla destinata sul fondo dove però trova un intervento maldestro del n. 2 Fiorilli, il quale lo sgambetta costringendo il signor Raspati a concedere il penalty. Dal dischetto lo stesso Laurenti si incarica della battuta, trasformando il rigore con un cucchiaio alla Totti che fa lasciare per qualche secondo il fiato sospeso a tutto il pubblico del San Lorenzo.

Oltre il vantaggio, il Del Nera vede scivolare in discesa la propria gara quando al 55’ il Sangemini rimane in dieci uomini per il rosso a Martellotti, colpevole di aver pronunciato qualche parola di troppo nei confronti del direttore di gara. Successivamente Mancini opera altri due cambi richiamando in panchina Galeotti e Proietti inserendo Pellini e Mariani. Proprio Mariani, a pochi minuti dal suo ingresso, riesce a siglare lo 0-2 grazie all’assist di Settimi in area, il quale, dopo avere recuperato la sfera respinta da Marcelli e calciata sempre da Settimi dalla bandierina, offre al neo entrato un pallone in area in orizzontale solo da spingere nella porta avversaria. Al 67’, Del Nera 2, Sangemini 0.

Il doppio vantaggio per qualche minuto attenua le speranze del Sangemini, il quale però fiuta il timore di vittoria dei sanliberatesi, che di fatto non approfitta della situazione per mettersi al sicuro cercando un’ulteriore segnatura, ritenendo probabilmente la partita chiusa. Nel calcio però si sa che nulla è scontato e dopo un atteggiamento approssimativo del Del Nera, che tra l’altro aveva già permesso al Sangemini di arrivare in un paio di occasioni al tiro, all’89’ la formazione di casa guadagna un calcio d’angolo. Il pallone calciato in mezzo all’area, trova il colpo di testa del n. 6 Fortunati, il quale abbattendo anche un difensore avversario, indirizza la sfera alle spalle di Sorato.

Come è giusto che sia, il Sangemini riprende vigore e dopo l’assegnazione dei cinque minuti di recupero legittima la propria speranza buttando in avanti qualsiasi pallone . Al 92’ Settimi ha comunque l’occasione di firmare il terzo gol su calcio di punizione, ma Marcelli è bravo a distendersi e a dare il via ad un contropiede che vedrà il pallone tirato in avanti centralmente da Fortunati. Nonostante il tentativo di opposizione degli uomini di Mancini, la sfera rimbalza dopo un contrasto tra i piedi del n. 7 Capotosti, la cui conclusione da una ventina di metri viene corretta da un rimbalzo sul terreno viscido a pochi metri da Sorato, ingannato dalla beffarda traiettoria che fa infilare il pallone in rete.

Senza dubbio, se una squadra in svantaggio di due reti e sotto di un uomo per un tempo intero, riesce a pareggiare nel corso del recupero, vuol dire soltanto che mentalmente qualcosa è cambiato: mentre il Sangemini è rimasto appeso, credendoci, ad un lumicino che stava quasi per sparire, il Del Nera ha peccato di presunzione considerando finita una partita a cui mancavano ancora cinque minuti del tempo regolamentare e tutto il recupero. Statisticamente parlando, la situazione poteva dare anche ragione ai sanliberatesi,  i quali invece sono stati puniti su di una circostanza che nel calcio moderno è ben conosciuta e tutt’altro che clamorosa, soprattutto per il Del Nera, che nel corso di questa stagione ha subito 2 gol dall’81’ all’85’, tre dall’86’ al 90’ e ben sei nei minuti di recupero.

Gli incroci previsti per l’ultima giornata, la quale si giocherà il 28 aprile, lasciano aperte nella zona bassa della classifica ancora tante possibilità, tra cui l’annullamento degli spareggi se il Sangemini si trovasse a fine campionato  a -10 punti dalla 14°; in tutti gli altri casi invece, tra Del Nera, Lugnano, Real S’Orsola e Olimpia Pantalla, una sola di queste formazioni avrebbe la possibilità di salvarsi direttamente classificandosi in 11° posizione, mentre le altre tre dovranno confrontare al dettaglio tutti i risultati per capire i posizionamenti della classifica avulsa, dove indistintamente ognuna delle tre squadre potrebbe oscillare tra il 12°, 13° o 14° posto. Dopo aver stabilito la classifica, verrà compilata la griglia dei play out, la quale potrebbe riservare alla 12° classificata l’ulteriore possibilità di annullamento dello spareggio con la 15° (il Sangemini) se avesse concluso il campionato con almeno 10 punti di vantaggio sui termali. Di sicuro invece, tranne che nell'ipotesi Sangemini a -10 dalla 14°, si giocherebbe la semifinale play out tra la 13° e la 14° e la perdente sfiderebbe successivamente in una finale play out il Sangemini.

Tutto più semplice nella zona alta invece: con il Romeo Menti matematicamente promosso in Promozione, a contendersi la vittoria dei play off saranno quasi sicuramente Tiber e Proficulle. Con l’ultima giornata rimane da capire soltanto se il Todi potrà rientrare negli spareggi per il salto di categorie e chi avrà la possibilità di giocarli in casa con il vantaggio del doppio risultato.

Questi tutti i risultati della 29^ Giornata:

CASTELLO - COLONIA 1-0
Marcatori: 41'st Sbaraglia (Ca)

PRO FICULLE - VIA LARGA MARSCIANO 4-3
Marcatori:25'pt Calistroni (V), 29'pt Pierassa (V), 10'st, 18'st, 25'st Basili (P), 14'st Vingaretti (V), 48'st Pagnotta Massimiliano (P)

GUARDEA - REAL AVIGLIANO 1-0
Marcatori:25'st Ratini (G)

OLIMPIA PANTALLA - NUOVA ATTIGLIANESE 3-0 a tavolino (La Nuova Attiglianese non si è presentata)

REAL S.ORSOLA - TODI 3-2
Marcatori: 24'pt Barbanera (T), 36'pt Tavoloni (R), 18'st Atanasi (R), 38'st Sciaboletta (R), 50'st Tarpani rig. (T)

ROMEO MENTI - LUGNANO IN TEVERINA 2-2
Marcatori: 39'pt Santo (R), 42'pt Proietti (L), 41'st Tessini (L), 44'st Zammarchi (R)

TIBER - AMMETO 0-1
Marcatori: 45'pt Galluppi (A)

Questa la classifica aggiornata:

Pos Squadra Punti
1 Romeo Menti 68
2 Tiber 61
3 Pro Ficulle 61
4 Todi 49
5 Guardea 46
6 Colonia 41
7 Castello 41
8 Real Avigliano 39
9 Ammeto 39
10 Via L. Marsciano 38
11 Lugnano in Tev. 33
12 Real Sant'Orsola 32
13 Del Nera 31
14 Olimpia Pantalla 30
15 Sangemini 21
16 Nuova Attiglianese 10

Questo il prossimo ed ultimo turno:

Lugnano in Tev. - Tiber
V.L.Marsciano - R.S.Orsola
Ammeto - Sangemini
N.Attiglianese - Guardea
Colonia - Pro Ficulle
Real Avigliano - R.Menti
Del Nera - Castello
Todi - O.Pantalla

Per vedere le formazioni e i dettagli della partita, clicca qui >>DETTAGLI<<

post_sangemini_delnera.jpg

 

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informativa Estesa