Il recupero assiste i frattigiani: Tiber – Del Nera 1-0

I sanliberatesi tornano a casa con il sacco vuoto dalla trasferta con la capolista Tiber, la quale con un gol nel primo minuto di recupero trova una vittoria tutt’altro che giusta. Primo tempo di marca bianco azzurra, con i padroni di casa sorpresi manovre della formazione di Mancini e salvati in tre occasioni dal proprio portiere. Su un terreno di gioco mal ridotto dove il fango prevaleva sul manto erboso e dove era difficile rimanere in piedi, la seconda frazione di gioco va invece in mano alla Tiber, la quale pur stringendo il Del Nera per buona parte dei secondi quarantacinque minuti nella propria metà campo, finalizza poco ed in maniera imprecisa. Dopo l’assegnazione di sette minuti di recupero da parte del signor Assante, al primo di questi, il Del Nera compie l’unico errore della partita, lasciando Ambrogi solo davanti a Sorato, il quale non si fa sfuggire una delle rare occasioni in cui i padroni di casa hanno potuto calciare in porta.

Il Del Nera approccia bene all’incontro, forse anche per un avversario che non appare brillante nei primi minuti di gioco: già al 3’ infatti, Grandoni liberato da Laurenti in area, trova la prima conclusione verso la porta di Calistroni, il quale si tuffa per deviare in angolo il tiro non troppo forte del sanliberatese. Gli ospiti rimangono comunque in zona di attacco e un minuto più tardi Laurenti tenta di trovare un compagno in area tra le maglie della difesa di casa, che però respinge innescando il contropiede. L’affondo del n. 9 Menghella viene controllato ottimamente da Piumetto, il quale accompagna il giocatore avversario fino alla linea di fondo.

All’8’ la Tiber prova a sfondare la linea dei sedici metri del Del Nera, ma la formazione di Mancini rimane attenta recuperando senza affanno il pallone. Il gioco degli ospiti rimane fluido e ne da dimostrazione al 12’ il fraseggio al limite tra Costanzi e Laurenti, i quali provano a liberare Faveri in incursione, con il pallone intercettato e spazzato frettolosamente dalla linea arretrata rosso verde. I sanliberatesi si ripetono dopo appena due minuti grazie al recupero sulla propria tre quarti di Costanzi, il quale mette in moto subito Grandoni: il n. 9 del Del Nera libera in profondità Laurenti che rimasto solo davanti a Calistroni, lo esalta nella disperata uscita con la quale riesce a respingere il pallone.

Dopo le due occasioni da rete sprecate e con il Del Nera sicuramente più vivo rispetto ad una Tiber remissiva e in attesa degli eventi, al 27’ l’estremo difensore di casa è chiamato di nuovo in causa per respingere la potente conclusione di Testarella da calcio di punizione. La palla poi schizzata al limite, non trova nessun sanliberatese pronto ad indirizzarla di nuovo in porta.

Dalla lunetta al 32’ ci prova anche Pellini, il quale dopo aver ricevuto il pallone dal dialogo tra Grandoni e Laurenti, non inquadra lo specchio della porta. Dall’altra parte del campo, la Tiber arriva alla sua prima conclusione della partita al 39’ con Menghella, il cui tiro viene lasciato scorrere da Sorato oltre la linea di fondo. L'attacco frattigiano da spirito alla formazione di mister Luna, la quale prima dell’intervallo ci riprova con altri tre tiri dalla distanza, che comunque sono estremamente imprecisi.

Il secondo tempo comincia con una punizione tagliata battuta in area dal n. 3 Sava, ma nell’occasione l’arbitro ferma il gioco per l’atterramento in area di Piumetto. La Tiber arriva alla conclusione anche al 52’ con un angolo respinto dalla difesa e il tiro del n. 11 Bordacchini, controllato in due tempi da Sorato, il quale per la prima volta si trova a compiere una parata. Fino al 70’ poi si vedono solo dei cambi con la Tiber che sostituisce il n. 10 Marrano e il n. 11 Bordacchini con il n. 14 Trombettoni e il n. 18 Ambrogi. Mister Mancini richiama invece Pellini e Grandoni e inserisce Settimi e Proietti.

Le sostituzioni sembrano favorire i padroni di casa i quali riescono dal 73’ a stringere il Del Nera nella propria metà campo, battendo diversi corner e calci di punizione tutti guadagnati dall’esperienza di Menghella, il quale il più delle volte è riuscito ad imbrogliare il direttore di gara negli ingaggi uno contro uno. L’arbitro poi, per qualche minuto entra nella confusione più totale, non riuscendo nemmeno più a distinguere un colpo proibito in area su Costanzi, invertendo diversi falli di gioco e infine sbagliando anche l’assegnazione di un corner che in realtà era una chiara rimessa dal fondo.

Anche con il favore di discutibili decisioni arbitrali, con la quale la Tiber per venti minuti buoni rimane negli ultimi metri avversari, il secondo tiro in porta dei frattigiani che richiede l'intervento di Sorato arriva solo al 78’, con il portiere sanliberatese che mette la mano per alzare sopra la traversa la sfera calciata dal n. 6 Zucconi dal vertice sinistro dell’area. Ulteriori sostituzioni poi, con il Del Nera che fa scendere in campo anche Pieri e Anetrelli al posto di Faveri e Costanzi, spezzano il ritmo della partita, aiutando i sanliberatesi a riprendere fiato e ad uscire dalla propria tre quarti dopo l'assedio dei locali, i quali comunque sono riusciti a creare ben poco.

Allo scadere del tempo regolamentare, il signor Assante indica ben sette minuti di recupero, probabilmente troppi per quanto è successo in campo. Alla Tiber però ne basta uno per trovare il gol vittoria: la squadra di casa infatti, dopo aver allentato la morsa, fa salire gli uomini di Mancini che vengono presi in contropiede da una rimessa nei quaranta metri avversari, con il servizio che il centrocampo casalingo offre sulla destra per il n. 18 Ambrogi: il giocatore di casa, da solo davanti a Sorato, non si fa pregare e la mette dentro.

Dopo un minuto abbondante di festeggiamenti, il gioco riprende con il Del Nera che si getta in avanti anche con Sorato, subendo il contropiede dei giocatori di casa che vanno ancora in rete, violando però la più elementare delle regole del fuorigioco, dimenticando forse che questo è sempre riferito alla posizione del penultimo giocatore che difende, al di là del ruolo che ricopre. Per questo il direttore di gara annulla la rete, dimostrando in questo caso competenza, a differenza di quando aveva obbligato durante gli ultimi minuti della partita, due giocatori in procinto di essere sostituiti, a non raggiungere la linea mediana del campo, ma a uscire nel punto dove si trovavano. Inoltre l'arbitro ha effettuato il triplice fischio prima dello scadere del 97’ minuto e senza recuperare il tempo perso nel gol dei locali e nell’ammonizione rifilata a Laurenti.

Malgrado gli episodi in cui il direttore di gara, dopo la bocciatura nella scorsa settimana rimediata all’esordio in promozione nella partita tra Piccione e Marra, si è ripetuto in una conduzione da cinque in pagella, il Del Nera ha la colpa più grande per la sconfitta subita: il non capitalizzare tre occasioni da gol e permettere agli avversari una ripartenza dovuta esclusivamente ad una disattenzione difensiva, ha fatto si che i sanliberatesi abbiano perso una partita il cui risultato più oggettivo era un pareggio.

In classifica il Del Nera perde una posizione, affermandosi con 20 punti al nono posto, distante 3 punti dalla zona play out ma con Ammeto e Castello alle calcagna ad una lunghezza. Inoltre, successivamente la sconfitta con il Romeo Menti della decima giornata, si interrompono a cinque i risultati utili consecutivi: come la partita con gli orvietani però, è stato dimostrato che il Del Nera c’è e nel 2019 sarà capace di mettere in difficoltà tutte le altre quattordici avversarie con la quale si confronterà nel girone di ritorno, alla ricerca non solo della salvezza diretta, ma anche di quel piccolo passo in più per rimanere nella prima metà della graduatoria.

L'ASD Del Nera infine, desidera augurare a tutti i sostenitori e ai propri lettori, un sincero augurio di buon Natale e felice anno nuovo e da appuntamento al 13 Gennaio per il ritorno in campo dopo le festività natalizie in due incontri casalinghi. Anticipiamo anche che a Gennaio 2019, è in programma la festa per il 60° anniversario della Società: continuate a seguirci per saperne di più!

Questi tutti i risultati della 16^ Giornata:

AMMETO - COLONIA 1-2
Marcatori:  6'pt Pompei (C), 13'st Rossi rig. (A), 26'st Latini (C)

CASTELLO - TODI 0-3
Marcatori: 27'pt Banelli (T), 16'st Seghetti (T), 36'st Tarpani (T)

GUARDEA - ROMEO MENTI 1-3
Marcatori: 5'pt Ratini (G), 28'pt rig., 7'st tig. Zammarchi (R), 43'st Giomarelli (R)

OLIMPIA PANTALLA - LUGNANO IN TEVERINA 3-0
Marcatori:  2'st Marcacci (O), 8'st, 13'st Jalaouoi (O)

PRO FICULLE - NUOVA ATTIGLIANESE 1-0
Marcatori: 19'pt Pagnotta M. (P)

REAL S.ORSOLA - REAL AVIGLIANO 2-3
Marcatori: 15'pt Messineo (RS), 22'st Mundo (RA), 26'st Pistinciuc (RA), Messineo (RS), Pistinciuc (RA)

SANGEMINI - VIA LARGA MARSCIANO 2-5
Marcatori: 10'pt Pornassio (V), 20'pt Iorio (V), 22'pt, 10'st rig. Isidori (S), 4'st Tassi (V), 15'st Parsi (V), 44'st capistrano (V)

TIBER - DEL NERA 1-0
Marcatori: 45'st Ambrogi (T)

Per vedere le formazioni e i dettagli della partita, clicca qui >>DETTAGLI<<

post_tiber_delnera.png