Del Nera: prime mosse di mercato

Dopo aver confermato la Prima categoria dopo un’entusiasmante finale play-out, la compagine del presidente David Carlaccini non è rimasta a guardare per quanto riguarda la prossima stagione. In panchina è stato riconfermato Daniele Mancini, il quale è riuscito nella seconda parte di campionato, a guidare i sanliberatesi ad una storica salvezza.

Il percorso di Mancini quest’anno sarà sicuramente diverso rispetto a quello della passata stagione: in solitaria si troverà ad allenare buona parte del gruppo dello scorso anno con l’importante novità dei fuoriquota. Il Comitato Regionale Umbro infatti, dopo aver sentito il parere di tutte le società di Prima categoria, ha ridotto i sotto quota da tre a due, uno nato dal 01.01.1997 in poi e uno nato dal 01.01.1998 in poi.

Nel frattempo, il DS Boccoli in collaborazione con il presidente e mister Mancini, hanno già convinto a far calcare il prato dell’Adelaide due nuovi giocatori. Il primo è Stefano Orazi, classe 90, il quale vanta presenze in eccellenza e promozione con la “vecchia” Ortana, ha vinto due campionati di prima categoria con Vasanello e Atletico Orte e nell’ultima stagione è stato in forza alla Canepinese: atleta adattabile a diversi ruoli, da centrale di difesa ad esterno di centrocampo.

Altro importante colpo di mercato riguarda Lorenzo Grandoni, trentenne, centrocampista avanzato che ha vestito la maglia della Narnese in eccellenza, dello Spoleto in serie D, poi del Collevecchio, Selci e Magliano in prima categoria.

In ogni caso, per il Del Nera il mercato non è ancora concluso: diversi sono i giocatori a cui è stata proposta la maglia bianco azzurra, dove la genuinità della società prescinde da quelle logiche di mercato che fanno di queste categorie una corsa al rimborso.

Il 26 Giugno avremo sicuramente una situazione molto più chiara in merito alla rosa sanliberatese, comprese alcune cessioni. L’obiettivo per i sanliberatesi rimane senz’altro la salvezza, con la speranza però che avvenga in maniera più tranquilla rispetto alla scorsa stagione. Poi durante il campionato si vedrà: mister Mancini sarebbe pronto anche a cambiare marcia e a spingere i suoi a lottare per qualcosa di ben più importante, ma ciò dipenderà da tanti fattori e ad oggi è troppo presto per fare pronostici.

articolo_mercato_giugno2018.jpg