Sconfitta immeritata: Guardea - Del Nera 2-1

I sanliberatesi cadono nella trasferta di Guardea dopo una vera e propria battaglia in cui il Del Nera decimato dalle assenze, ha dato comunque filo da torcere alla formazione di Paviglianiti, in piena corsa per i play off. Ospiti in vantaggio con Mariani nel primo tempo, gol recuperato dai padroni di casa nei primi minuti della seconda frazione di gioco grazie ad un calcio di rigore. A sette dal termine il Guardea trova poi il gol del vantaggio che permarrà fino al triplice fischio.

Nei primi venti minuti di gioco, la gara rimane senza emozioni e in equilibrio: entrambe le formazioni cercano di arrivare in area avversaria ma senza essere mai pericolosi. Al 21' primo sussulto e combinazione di gioco della partita con il Del Nera che passa in vantaggio: dopo il recupero della difesa ospite che smista a centrocampo per Pieri, quest'ultimo trova il filtrante per Mariani,  il quale si infila tra la difesa avversaria e si beffa del portiere avversario, in uscita ai trenta metri, con un pallonetto con la palla che si infila in rete. Forti le proteste dei giocatori di casa, i quali avrebbero voluto l'intervento del signor Pecoro per la posizione di partenza di Mariani, sicuramente dubbia rispetto alla linea arretrata di casa.

Il Guardea prova a sfondare al 23' con un calcio d'angolo su cui il n.10 Sensini fa da sponda al n. 9 Giusti, il quale in acrobazia spedisce il pallone tra le braccia di Sorato. Al 29' dopo un tentativo di incursione di Romagnoli sull'out di sinistra, questi nel riguadagnare la propria posizione, viene letteralmente inseguito dal n. 4 Ratini che da dietro, sotto gli occhi dell'arbitro, lo atterra volontariamente con un calcio: il direttore di gara, pur vedendo il gesto, grazia il giocatore guardeese mostrandogli solo il giallo piuttosto che il rosso, compiendo, dopo il gol convalidato a Mariani, un secondo grossolano errore.

Il Guardea chiude in avanti i primi quarantacinque minuti di gioco, mostrandosi efficace solo nella tre quarti avversaria e senza riuscire ad arrivare mai alla conclusione; dall'altra parte un Del Nera compatto e bravo a concretizzare l'azione da gol capitatagli, dimostrando bel gioco in più occasioni e smorzando tutti i pronostici.

La seconda frazione di gioco si apre con l'ingresso in campo per il Guardea del n. 17 Venturi per il n. 8 Bordacchini e il passaggio ad una difesa a quattro per la formazione di Paviglianiti. Nel contempo, al 47' su una palla vagante in area, il n. 10 Sensini riceve il pallone sulla linea corta dell'area piccola: per ben due volte Fabiani gli sfila la palla dai piedi con il giocatore del Guardea che scivola a terra. Il signor Pecoro cade nel tranello del doppio tuffo e assegna il calcio di rigore alla formazione di casa che lo stesso Sensini trasforma.

Al 51' il Del Nera ha tra i piedi la palla del raddoppio con un palla riconquistata sulla corsia di destra da Romagnoli e il cross rasoterra che passa in mezzo ai difensori avversari fino alla conclusione dalla lunetta di Settimi, il quale a porta spalancata calcia alto.

I padroni di casa rispondono al 60' con una punizione al veleno di Sensini, il quale da trenta metri costringe Sorato ad un intervento con il bagher in seguito all'insidiosa traiettoria del pallone. Dalla rimessa laterale, il Guardea perde il pallone, con il Del Nera che innesca un rapido contropiede ancora con Mariani: anche stavolta l'avventuroso uscita dell'estremo difensore di casa Piciucchi, invoglia l'attaccante sanliberatese alla conclusione alta dalla distanza, ma stavolta  senza fortuna.

Al 62' altra tegola per il Del Nera, costretto a far uscire dal campo Ajazi per infortunio; al suo posto entra proprio Mancini, il quale non calcava il campo dallo scorso novembre e oggi inseritosi in lista in virtù delle numerose assenze. Nello stesso minuto entra in campo anche Traditi al posto di Anetrelli. Con il passare del tempo la partita diventa sempre più maschia, minuti in cui entrambe le squadre sfodereranno la propria parte peggiore fatta anche di colpi proibiti, in un contesto condito e alimentato da un pubblico tutt'altro che erudito.

Al 67' il n. 7 Dominici riesce a sfondare sulla sinistra, per poi accentrarsi e calciare dal vertice dell'area, con la palla che termina in corner. Si susseguono poi una serie di punizioni dalla tre quarti, due per il Del Nera e due per il Guardea risolte senza troppi affanni dalle rispettive difese.

Con il cronometro che scorre fino al minuto 83', in cui le due compagini sono rimaste in equilibrio, i padroni di casa riescono a combinare in maniera veloce centralmente e poi servire sulla corsia di sinistra all'altezza degli ultimi dieci metri Sensini, il quale nel frattempo era terminato in fuorigioco. Lo stato di grazia del direttore di gara, fa si che compia l'ennesimo pasticcio della giornata non avvedendosi della posizione del n. 10 del Guardea, il quale arrivato sul fondo, riesce a mettere in area un radente che il n. 11 Sisti, da pochi passi, corregge in rete segnando il 2-1 per il Guardea.

Il Del Nera reagisce buttandosi in avanti e riuscendo a guadagnare una serie di corner in cui la conclusione verso la porta di Piciucchi arriva solo al 90' con Settimi dopo la sponda di Mancini, con il pallone che finisce alto. Nel frattempo poi, il giovane direttore di gara, risparmierà il cartellino rosso anche a Traditi, colpevole di una reazione esagerata verso un avversario. Il comportamento “a compensare” dell’arbitro però, non potrà mai avere lo stesso valore delle numerose precedenti sviste, le quali hanno condizionato sicuramente tutta la partita, a cominciare dalla mancata e clamorosa espulsione di Ratini al 29’ del primo tempo, la quale probabilmente ha dato il via anche ad un clima piuttosto bellicoso.

Nei cinque di recupero sono ancora gli ospiti ad essere pericolosi in avanti, ma durante l'ultimo giro d'orologio, con Sorato in area avversaria per tentare l'impresa e sfruttare un calcio di punizione dai quaranta metri, il Guardea riparte in contropiede con Venturi, il quale dopo sessanta metri di corsa, riesce a saltare la marcatura di Petrarca e calciare in rete da posizione defilata. A far annullare  il gol ci pensa però il suo compagno Dominici, il quale tocca la palla, destinata comunque ad entrare, ad un metro dalla linea di porta senza curarsi della sua posizione di fuorigioco, costringendo il signor Pecoro ad annullare la segnatura attraverso una decisione inaspettata dopo una direzione di gara decisamente scadente, con il risultato finale che si attesta sul 2-1 in favore del Guardea.

La sconfitta di misura non può certo soddisfare il Del Nera, il quale è dovuto ricorrere oggi a delle soluzioni di emergenza considerata l'assenza di ben undici giocatori, i quali nel corso della stagione si sono potuti alternare dal primo minuto con i propri compagni. Ciò non è certo un alibi per una partita il cui giusto risultato sarebbe dovuto essere un pareggio: il Del Nera e i ragazzi scesi in campo in questa gara, nonostante tutto hanno messo in campo anche il cuore, dimostrando di conoscere bene il valore della maglia, non curandosi dei pesanti e insistenti insulti della tribuna locale. Consapevoli quindi del fatto che non è Guardea il campo dove andare  prendere i punti per la salvezza, rimane in ogni caso l'amaro in bocca, soprattutto dopo aver messo in luce che in questo girone di ritorno il Del Nera non è inferiore a nessuna squadra.

Con la vittoria in trasferta sul Real Avigliano, il Lugnano si porta momentaneamente fuori dalla zona play out e va a 28 punti, scavalcando di una lunghezza il Colonia (questi sconfitto in casa dal Terni Est) e di due dall'Arrone, battuto anch'esso sul proprio terreno dall'AMC 98. Del Nera e Alviano rimangono a quota 23 considerata anche la debaclé degli alvianesi, prossimi avversari dei sanliberatesi, per merito della BM8; lo Strettura infine, guadagna un punto sul campo della Quattro Castelli Valnerina arrivando a -8 dalla coppia in penultima posizione.

Oltre Del Nera - Alviano, la prossima giornata vedrà altre partite importanti in chiave salvezza, tra cui lo scontro diretto Lugnano in Teverina - Colonia, poi Amerina - Arrone e Strettura - Norcia.

Questi tutti i risultati della 26^ giornata:

4 CASTELLI VALNERINA - STRETTURA 87: 1-1 Marcatori: 44'pt  Buscaino (S), 36'st rig Cariani (V)

ARRONE - AMC 98: 2-3 Marcatori: 17'pt Martini rig (AR), 45'pt Sensin rig (AM), 6'st Ceccarelli (AM), 20'st Terzino (AM), 36'st Rizzi (AR)

COLONIA - TERNI EST: 1-2 Marcatori: 1'pt Tagliatesta (T), 10'st Montegiove (C), 19'st Cordiani (T)

GS ALVIANO - BM8 SPOLETO: 2-4 Marcatori: 2'pt Schiavone (A), 12'pt Donati (B), 20'pt, 30'pt Pasini (B),27'st Fantauzzi (A), 47'st Rustani (B)

NORCIA - SANGEMINI: 2-1 Marcatori: 10'pt aut.Petrangeli (S), 15'pt Ez Zahar (N), 25'st Cordiani (N)

REAL AVIGLIANO - LUGNANO IN TEVERINA: 0-1 Marcatori: 10'pt Tessicini  T (R)

SUPERGA 48 - AMERINA: 1-1 Marcatori:13'st Gjata Artan (S), 34'st Cirillo (A)

Per vedere le formazioni e i dettagli della partita, clicca qui >>>DETTAGLI<<<

post_guardea_delnera.jpg