Colpaccio sfiorato: Del Nera - Superga 48 1-1

Il Del Nera va vicino all'impresa nella partita contro gli uomini dell'Alta Marroggia, i quali sono riusciti ad evitare la sconfitta a due minuti dal novantesimo. Del Nera molto più propositivo nel primo tempo rispetto agli avversari, i quali nella seconda frazione di gioco, mentre cercavano di mettere in difficoltà i padroni di casa, hanno subito il gol dei sanliberatesi. A ristabilire la parità sul finale di partita, è stato invece un calcio di punizione dal limite finito sotto l'incrocio.

Nonostante le importanti assenze da entrambe i lati, è la formazione di Mancini a macinare gioco fin dalle prime battute, al 5' con l'affondo di Laurenti che guadagna il corner, un minuto dopo con una punizione dalla tre quarti indirizzata in area da Fabiani e respinta dalla difesa su cui Settimi spara sul fondo e al 7' con Testarella, il quale dopo aver saltato un paio di avversari, non trova nessuno a deviare il suo cross sul secondo palo.

Testarella è di nuovo protagonista al 10', quando sfugge ancora alla marcatura di un avversario e taglia il campo per Petrarca, il cui tentativo di cross viene ribattuto da un giocatore del Superga. Al 15' Mariani riesce a recuperare il pallone sulla tre quarti, chiedendo a Laurenti una triangolazione che il n. 7 del Del Nera non chiude perfettamente. Due minuti dopo la Superga esce per la prima volta dalla pericolosamente grazie ad una punizione dai trentacinque metri calciata in area, ma la linea arretrata del Del Nera recupera e torna a mettere pressione agli ospiti.

Solo al 24' la Superga pareggia le conclusioni in porta con il n. 4 Casini, ma il suo tiro si spegne debolmente sul fondo. Tre minuti dopo Fabiani riprova a piazzare il pallone in area da una punizione dalla tre quarti, Mariani in area prima controlla, poi si fa anticipare da un difensore avversario.

A dieci dal riposo e dopo un leggero calo di intensità di gioco dei padroni di casa, la Superga si fa vedere in avanti con il n. 11 Jallow che prova il filtrante per il n. 9 Artan Gjata finito in fuorigioco. Il Del Nera risponde al 40' con Petrarca in discesa sull'out di destra e lo scambio con Settimi, il quale dalla distanza sorprende l'estremo difensore spoletino fuori dai pali, ma la traversa gli nega la gioia del gol. Prima del fischio che concluderà il primo tempo, il n. 6 Buttarini calcia una punizione dai venticinque metri che finisce direttamente tra le braccia di Cianchi.

La seconda frazione di gioco comincia con la formazione ospite in avanti al 50' con un'azione combinata e il cross al centro per il n. 8 Perrotta, nel frattempo finito al di là della linea arretrata del Del Nera: l'arbitro fischia giustamente l'off-side, mentre il giocatore rosso blu a gioco fermo, inutilmente, di testa, indirizza sul palo con la palla che finisce in rete. La Superga insiste al 55' con cross in area preda di nessuno e con Cianchi pronto a bloccare la sfera.

Dopo il doppio cambio che vede entrare in campo Ajazi e Traditi a rilevare rispettivamente Piumetto e Petrarca, al 63' i sanliberatesi trovano il lancio in verticale sulla corsia di destra per Laurenti in sospetta posizione di fuorigioco: il direttore di gara, troppo lontano dall'azione, non ravvisa l'off-side e fa continuare l'azione con il sanliberatese che supera un avversario e poi offre a centro area un prezioso assist per Mariani, il quale solo davanti al portiere, non sbaglia, segnando il suo centonovantottesimo gol in carriera.

Dopo solo tre minuti dal vantaggio, il Del Nera va vicino al raddoppio con Testarella, il quale supera in dribbling due avversari presentandosi da solo davanti a Camovik, il quale salva coi piedi deviando il pallone in angolo la conclusione del sanliberatese. Nel frattempo il signor Servili pare sicuramente meno attento rispetto alla prima frazione di gioco con una direzione, oltre il fuorigioco non fischiato a Laurenti, visibilmente a favore degli spoletini: difatti l'errore sul vantaggio del Del Nera, costerà alla compagine di Mancini una serie di punizioni tutt'altro che certe e ben sette cartellini gialli.

Al 23' Cianchi interviene per deviare in corner una punizione del n. 10 Virgili dal vertice sinistro; dalla bandierina la Superga perde il pallone, con Mariani fermato irregolarmente sul tentativo di contropiede. Passano circa venti minuti in cui il gioco diventa soprattutto aereo per l'impossibilità del campo di poter giocare la palla a terra. La Superga comunque non riesce mai a superare la linea dei sedici metri: gli unici palloni vaganti in area, arrivano tutti grazie ai generosi fischi concessi alla formazione dell'Alta Marroggia.

Al 43' arriva l'ennesimo calcio di punizione più che dubbio accordato alla formazione di mister Isidori, con la palla sistemata all'altezza del vertice sinistro dell'area. Si incarica della battuta Buttarini, il quale dopo una breve rincorsa, trafigge Cianchi con un missile che si infila sotto l'incrocio, riuscendo a pareggiare il conto dei gol a due minuti dallo scadere del tempo regolamentare.

Durante il primo dei cinque minuti di recupero, il signor Servili prende un ulteriore abbaglio, fermando la corsa di Mariani per fuorigioco quando il capocannoniere sanliberatese era partito sicuramente dietro il suo marcatore. In ogni caso, nel periodo di extra time, non succede nulla di importante, con le due formazioni che terminano la gara sul risultato di 1-1.

Pareggio tutto sommato giusto se considerato ciò che si è visto in campo e gli evidenti errori del direttore di gara. Su un terreno di gioco reso pesantissimo dalle piogge di questi giorni, non si è notata la differenza di punti in classifica e ciò non dipende certo dalle assenze lamentate dagli spoletini già da inizio partita: tutte le formazioni in questo periodo, sono in una situazione in cui sono affette da tante assenze, compreso il Del Nera. A differenza di tanti però, non è abitudine dei sanliberatesi piangersi addosso, anzi, le numerose e importanti carenze, hanno dato la possibilità a tutta la rosa di poter avere la propria occasione e di dimostrare di essere una formazione compatta con l'obiettivo di rimanere in prima categoria.

La vittoria sfumata, in virtù delle sconfitte di Alviano, Lugnano, Arrone e Colonia, avrebbe potuto far fare al Del Nera un bel salto in classifica: al momento invece, grazie al punto guadagnato con la Superga, il Del Nera riesce ad agganciare l'Alviano a 23 punti, a portarsi a -2 dal Lugnano, -3 dall'Arrone e -4 dal Colonia, quest'ultima prima compagine a salvarsi se il campionato finisse oggi.

Questi tutti i risultati della 25^ giornata:

AMC 98  - 4 CASTELLI VALNERINA: RINVIATA PER IMPRATICABILITA' DEL CAMPO

AMERINA - COLONIA: 2-0 Marcatori: 40'pt Cirillo (A), 17'st Leonardi (A)

ARRONE - REAL AVIGLIANO: 2-5 Marcatori: 17'pt, 29'pt Martini (AR), 36'pt Valeri (AV), 45'pt , 10'st, 21'st, 46'st Pistinciuc (AV)

LUGNANO IN TEVERINA NORCIA: 1-4 Marcatori: 4'pt Funari (N), 31'pt Nardi (L), 35'pt, 20'st  Piovanello (N), 14'st Bucchi (N)

SANGEMINI - BM8 SPOLETO: 1-0 Marcatori: 15'pt Capotosti (S)

STRETTURA 87 - GS ALVIANO: 4-3 Marcatori: Buscaino 3, Puscasu  (S), Codini (A) Salimbeni (S), Raggi (A)

TERNI EST - GUARDEA: 1-1 Marcatori: 5’pt Bassetti (T) 27’st Giusti (G)

Per vedere le formazioni e i dettagli della partita, clicca qui >>>DETTAGLI<<<

post_delnera_superga.jpg