Sfuma il sogno finale: Del Nera - M8 1-2

Dopo dieci partite giocate su undici totali della competizione, il Del Nera si arrende alla formazione spoletina dell'M8, la quale dopo la vittoria anche al San Girolamo nella doppia sfida con i sanliberatesi, approda in finale. Con i play-off già in banca nonostante la poca brillantezza in campionato, la compagine guidata da mister Roberto Rossi, riesce ad andare a segno due volte con Troka, annullando di fatto il valore del gol del momentaneo pareggio in apertura di secondo tempo di La Penna.

Fin dalle battute iniziali si vede grande intensità di gioco con il Del Nera costretto a prendere immediatamente iniziativa nel tentativo di recuperare il gap di una rete rimediato nella partita di andata. La palla buona capita al 6' sui piedi di Laurenti, il quale servito sul lato sinistro dell'area, a tu per tu con Cagnazzo, incrocia alto. Un minuto più tardi ci prova La Penna  sfondare, ma la retroguardia spoletina lo atterra ad un metro dalla linea dei sedici metri con l'arbitro che assegna il calcio di punizione. Sul punto di battuta si presenta Boccoli, il cui tiro viene respinto dalla barriera ospite.

La formazione di casa in ogni caso, cerca di mantenersi alta e di attaccare con ordine, ma in un paio di occasioni il direttore di gara non ravvede falli di gioco degli spoletini che permettono alla formazione ospite di ripartire in velocità sulle corsie laterali. Diverso è l'atteggiamento dell'arbitro al 14', quando Romagnoli ferma fallosamente sulla fascia di competenza il n. 7 Lattanzi: seppur la gravità del fallo non fosse da ammonizione, il signor Amadei gli mostra il giallo.

Al 17' il Del Nera torna ad essere pericoloso in area avversaria grazie all'assist di La Penna che buca la statica difesa spoletina, ma il n. 1 Cagnazzo è attento e anticipa in uscita Laurenti. L'M8 intanto, che fino al 20' non era riuscita mai ad arrivare in area sanliberatese, movimenta il suo gioco partendo direttamente dai rilanci del proprio portiere, così come al 21', quando Cagnazzo pesca direttamente Troka con quest'ultimo che spara alto dai venti metri. Due minuti più tardi dall’altra parte del campo, è Traditi a cercare la conclusione da fuori, ma il pallone finisce ugualmente sopra la traversa.

Nel frattempo al 25', l'arbitro punisce con il giallo anche Settimi, dando la possibilità all'M8 di calibrare in area da calcio da fermo un pallone respinto di testa da Aramini. Sulla ripartenza Laurenti riceve in corsa il pallone sulla corsia di sinistra, poi dal fondo indirizza il pallone in area orizzontalmente mettendo in imbarazzo la difesa ospite la quale si rifugia in angolo.

Di nuovo, i lanci lunghi dalla linea arretrata, sono lo specchio della formazione spoletina, tiri che costringono spesso Scanni ad uscire dai propri pali per allontanare ogni pericolo. Al 30' l'M8 riesce a trovare il fortunoso vantaggio grazie a Troka, il quale piazzato a due passi dalla riga di porta, d'improvviso arriva un possesso di un pallone sporco che a porta sguarnita riesce ad infilare in rete. L’azione guidata dal n. 7 Lattanzi, aveva preso il via sulla fascia di destra, con il giocatore in maglia bianca che dal fondo, incespicando sul pallone, riusciva ad imprimere alla sfera un’astrusa traiettoria in grado di mandare in contro tempo tutta la retroguardia di casa, con Troka che inaspettatamente si è trovato a gestire il pallone tra i piedi prima di calciarlo in maniera tutt'altro che elegante in rete.

Il gol subito taglia le gambe alla formazione di Petrarca e Mancini, la quale a vista d’occhio cala i ritmi della partita subendo uno dopo l’altro gli attacchi, seppur non pericolosi, della squadra di Spoleto. Prima delle conclusione  della prima frazione di gioco, il Del Nera trova altre due conclusioni in porta, una poco precisa dai venti  metri di La Penna al 36’ e l’altra troppo debole di Boccoli al 40’. Nel frattempo anche l’autore del gol Troka, finisce tra i cattivi nel taccuino del signor Amadei e allo scadere del secondo minuto di recupero, il n. 9 Bajamaj colpisce al volo da posizione defilata direttamente il rilancio dell’estremo difensore Cagnazzo, impegnando Scanni in tuffo. Sul recupero del pallone deviato dal portiere bianco celeste da parte di Petrarca, il n. 10 spoletino Marceddu, entra pericolosamente in scivolata sul giocatore del Del Nera, ma anche in questo caso l’arbitro concede la semplice rimessa laterale invece di punire con il cartellino la condotta del fantasista ospite.

Il rientro dagli spogliatoi, seppur in svantaggio di un gol (due considerando l’andata), mette speranza al Del Nera, il quale al 48’ riesce a pareggiare con il gol di La Penna. L’azione si sviluppa in velocità sulla destra dopo un recupero difensivo di Petrarca che lancia sulla stessa corsia laterale Boccoli, il quale a una quindicina di metri dal fondo, indirizza il pallone in orizzontale in area, dove in prima battuta sfugge a Laurenti, ma in seconda trova il tiro piazzato di La Penna che ristabilisce le distanze. Vibranti le proteste dei giocatori ospiti, i quali inutilmente fanno notare la posizione irregolare di partenza di Boccoli sul lancio di Petrarca, sfuggita al direttore di gara.

Il pensiero a voler raddrizzare la partita con la speranza di segnare altri due gol è vivo nei giocatori sanliberatesi, i quali al 53’ arrivano al tiro con Boccoli terminato sopra la traversa. I buoni propositi però vengono ben presto smorzati ancora da Troka, il quale lanciato ancora lungo dalla propria retroguardia, si avvale del  movimento illusorio del compagno Bajamaj, bravo a catturare l’attenzione della linea arretrata di casa con la sua posizione passiva di off-side, lasciando invece spazio alla discesa in corsa del sup compagno Troka, il quale davanti a Scanni, seppur in maniera impacciata, lo infila per la seconda volta al 55’.

Il Del Nera non si perde d’animo, arrivando al tiro al 57’ con Boccoli, ma la sua conclusione è debole e facile per Cagnazzo. Dalla panchina intanto Petrarca inserisce Anetrelli al posto di Traditi, ma dopo una punizione dalla linea laterale dell’area respinta dalla difesa, il gioco si sposta di nuovo a centrocampo, dove la sofferenza mentale dei padroni di casa insieme all’arroganza di un fischietto cosiddetto “eccellente”, indirizzano la partita in una situazione a dir poco imbarazzante, in cui il direttore di gara nel giro di otto minuti, dal 62’ al 70’,  annota sul suo taccuino un giallo per Galeotti e due doppi gialli rispettivamente per La Penna e Boccoli.

Con la squadra ridotta in nove uomini e venti minuti da giocare ancora, il Del Nera è costretto per forza di cose a subire il gioco dell’M8, lasciando solo Laurenti in profondità sostituito nei minuti finali da Pellicelli. In ogni caso, la formazione ospite riesce ad arrivare al tiro con Scanni pronto a respingere solo due volte, mentre i bianco celesti si arrangiano con qualche incursione laterale di Romagnoli che comunque in paio di occasioni riesce a sfondare in area.

Allo scadere dei tempi regolamentari, vengono allontanati dal campo anche mister Rossi e mister Petrarca, il primo per una battuta poco felice nei confronti di un giocatore bianco celeste, il secondo per aver fatto notare la poca educazione utilizzata nell’esprimersi nei confronti del ragazzo. Infine, durante i cinque minuti di recupero, un lancio in area per Pellicelli, fa uscire a vuoto Cagnazzo, con la palla salvata sulla linea da un difensore ospite, evitando così il definitivo pareggio.

Termina quindi l’avventura del Del Nera in Coppa Primavera, con la finale del 12 Aprile che vedrà di fronte sul campo di Prepo, M8 e Fratticciola Selvatica, anch’essa ieri sera vincente per la seconda volta sull’Atletico Sant’Angelo per 6-5. Rimane il dispiacere di non essere riusciti a ribaltare un risultato comunque abbordabile, ma continuare a lottare su due fronti, Coppa e Campionato, è sinonimo di un dispendio di energie elevatissimo per una squadra di seconda categoria.

Rimane comunque la bella serata di calcio passata in uno stadio prestigioso come il “San Girolamo” dove il Del Nera è stato ospitato dall’amministrazione comunale di Narni e dalla Narnese Calcio, a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti. Un ringraziamento speciale va anche ai tutti i sostenitori che ieri sera sono intervenuti numerosissimi e ci hanno sostenuto nonostante le difficoltà fino all’ultimo minuto.

Da domani si torna con la testa verso il campionato, in vista dell’importante sfida di domenica all’Adelaide contro il Montecchio.

Per vedere le formazioni e i dettagli della partita, clicca qui >>DETTAGLI<<

 

template_dopopartita_delnera_m8.JPG