Semifinale conquistata: Del Nera - Sangemini 2-0

Il Del Nera approda alla semifinale di Coppa Primavera con un risultato rotondo sul Sangemini nella partita di ritorno all’Adelaide. I gol nel secondo tempo di Laurenti e La Penna, confermano la squadra di San Liberato come la “bestia nera” dei rosso blu, i quali come lo scorso anno nella partita dei play off, vengono eliminati dai sanliberatesi. Dopo un primo tempo di contenimento nel quale la formazione di casa è stata costretta ad arginare un Sangemini più volte pericoloso e costretto a vincere per passare il turno, nei secondi quarantacinque minuti, anche se consci che lo 0-0 avrebbe comunque fatto passare il Del Nera, i padroni di casa hanno surclassato gli avversari sul piano fisico e del gioco trovando ben due reti e rispedendo il Sangemini a casa a col sacco vuoto.

Con la sua direzione offensiva in favore di vento, il  Sangemini si fa subito pericoloso durante il primo giro di orologio. Il n. 9 Isidori è lesto ad intercettare il dialogo della linea difensiva locale per avviarsi nell'area di Scanni, per poi perdere il tempo per il tiro e dando la possibilità ad Anetrelli di recuperare il pallone e liberare il Del Nera dal pericolo. Due minuti più tardi, lo stesso attaccante rosso blu riesce ad arrivare al tiro dopo essersi incuneato tra i difensori avversari, ma Scanni si fa trovare pronto respingendo il suo diagonale.

Uscire dalla propria metà campo appare difficile per il Del Nera per due motivi: uno è senza dubbio per merito di un Sangemini aggressivo fin sui primi portatori di palla, strategia messa in atto per recuperare al più presto l'handicap rimediato nella partita di andata; secondo per le forti raffiche di vento, le quali riescono a condizionare qualsiasi tentativo di attacco verso la porta degli ospiti. Comunque gli uomini diretti da Petrarca in panchina e Mancini in campo, arrivano in area avversaria all'8' con il tiro ad incrociare di La Penna, il quale era stato servito in area da un buon filtrante di prima intenzione di Boccoli; la sfera però è facile preda dell’estremo ospite Marcelli.

Il Sangemini torna a spingere intorno al quarto d'ora riuscendo a guadagnare una serie di angoli che impegnano tutta la linea arretrata del Del Nera. In più la squadra di casa non è precisa nei passaggi verticali in ripartenza, così da innescare al 18' un secondo recupero degli attaccanti ospiti, i quali fortunatamente non riescono a concludere nello specchio della porta. Più pericolosa al 22' è un'altra incursione di Isidori, il cui tiro da una decina di metri è però inguardabile.

Il forcing della compagine di mister Felli non è comunque sempre così incisivo e in un momento di respiro il Del Nera ne approfitta per riguadagnare metri. Al 27' Paris prova a buttare in mezzo un pallone dalla tre quarti, ma la sfera si perde tra i piedi dei difensori rosso blu; poco dopo La Penna tenta la giocata personale, ma ai trenta metri viene fermato irregolarmente da un avversario. Il calcio di punizione non desta pericoli al Sangemini, il quale rapidamente recupera e torna a manovrare oltre la propria metà campo.

Nel frattempo Aramini è costretto a lasciare il posto a Tirafili a causa di un risentimento muscolare. Il nuovo componente della difesa bianco celeste si deve subito immedesimare nel ruolo per fermare al 40' un nuovo attacco corale del Sangemini, il quale si conclude con un'uscita bassa di Scanni a smorzare il pericolo.

Prima del riposo il Sangemini torna ancora un paio di volte nei sedici metri del Del Nera, prima con uno scambio veloce tra il n. 7 Morozzi e il n. 8 Blasi che viene fermato dall'anticipo di Scanni in uscita, poi con un tiro dal limite ancora di Morozzi, con il pallone terminato alto sopra la traversa.

Il cambio campo porta nel secondo tempo il Del Nera a giocare a favore di vento, vantaggio che unito ad un maggior vigore di tutti i componenti della formazione sanliberatese, ha reso i bianco celesti ad essere padroni del campo fino allo scadere del sesto minuto di recupero.

Al 47' Paris è pericoloso dal corner destro, con la palla che attraversa tutta l'area senza trovare nessuna deviazione; qualche minuto più tardi, un altro spiovente dalla destra, coglie ancora impreparate le punte del Del Nera, con Boccoli che non si arrende alla tentazione di appoggiare in rete con la mano un pallone difficile da controllare. Giustamente il direttore di gara annulla la rete.

Al 54' sempre Boccoli, prima di lasciare il suo posto a Laurenti, trova un varco sulla corsia di destra e dopo essersi accentrato, da posizione defilata mira alla porta di Marcelli cogliendo la parte bassa della traversa con il pallone che torna in gioco senza trovare nessun bianco celeste in seconda battuta.

Ora è la formazione ospite in grande difficoltà nell'uscire dalla propria metà campo: anche se il vento rimane un evidente problema, il merito è certamente anche dei sanliberatesi, bravi ad attaccare sempre il pallone e a mettere in continua pressione la linea difensiva ospite nelle azioni di ripartenza. La ricerca del gol che darebbe vittoria e passaggio del turno al Sangemini è sostanzialmente annullata, mentre il Del Nera mira a mettersi al sicuro sfruttando il buon momento e con l’intenzione di segnare almeno una rete, la quale metterebbe quasi KO la compagine avversaria.

Dal 60' in poi la pressione si fa nettamente più continua con dei traversoni in area calibrati male e che non trovano pronti La Penna e Laurenti. Subito dopo Traditi dalla linea di centrocampo, fa involare Laurenti grazie ad un lancio in verticale con il tacco: il capocannoniere del Del Nera scende centralmente verso la porta di Marcelli, il quale è attento sul tiro disturbato del bianco celeste.

L'insistenza della formazione di casa non si ferma e al 64' Anetrelli riesce a raccogliere al limite un pallone ribattuto dalla linea arretrata rosso blu, ma la conclusione si spegne sul fondo. Al 68' il Del Nera ferma senza affanno un flebile tentativo del Sangemini di avvicinarsi alla tre quarti dei padroni di casa, con questi che recuperano la sfera e ripartono con La Penna sulla parte sinistra del campo. La Penna scende qualche metro attirando su di se due avversari e liberando la cavalcata in sovrapposizione di Paris, immediatamente servito dal n. 9 di casa. Paris arriva quasi fino alla linea di fondo per poi piazzare in area un cross tagliato a mezz'altezza che il rapace Laurenti incorna con precisione e potenza bucando finalmente la porta di Marcelli e tornando al gol dopo quasi un mese di digiuno.

Il Sangemini subisce il colpo, ma ugualmente non si arrende a cercare di sfondare la barriera difensiva formata da Romagnoli, Mancini, Tirafili e Paris. A tentare un'imbucata è il n. 17 Mundo, il quale al 71' si scontra ai trenta metri con Mancini. Il giocatore rosso blu, già ammonito per proteste a soli cinque minuti dal suo ingresso in campo nel secondo tempo, ripete i suoi lamenti nei confronti del direttore di gara, il quale non esita a mostrargli il secondo giallo della giornata e a mandarlo anzitempo negli spogliatoi.

Ad un quarto d’ora dalla fine, Petrarca e Mancini optano per l’ultima sostituzione, richiamando in panchina Massaccesi, autore di un’ottima prova e inserendo Gallo. Il Sangemini invece dopo che Mundo aveva reso inutile il suo ingresso in campo dopo la veloce espulsione, sostituisce il n. 8 Blasi con il n. 18 Alessio Isidori, mentre cinque minuti più tardi richiama anche il n. 6 Li Gobbi per il n. 13 Favorito.

Appena dopo la sostituzione, il Sangemini riesce a mettere il suo primo pallone del secondo tempo in area avversaria, con il pallone che segue una strana traiettoria e termina sul fondo. Il Del Nera invece, forte del vantaggio di gol e uomini, cerca di amministrare gli ultimi minuti di gioco spingendo forte solo in poche occasioni, al fine di evitare eventuali contropiedi ospiti. All’85’ La Penna manda sulla barriera un calcio di punizione centrale dai venti metri, ma tutto il Del Nera rimane sempre in zona di attacco.

Durante l’ultimo minuto dei tempi regolamentari, una nuova incursione di Paris dalla sinistra, fa vedere ancora i fantasmi alla compagine di Felli: il nuovo cross al centro del giocatore bianco celeste coglie la netta deviazione di mano di un difensore del Sangemini, costringendo il signor Del Caro ad assegnare il rigore.  Dal dischetto La Penna fa centro, segnando il 2-0 e chiudendo i conti con la qualificazione.

Il lungo recupero di sei minuti non regala ulteriori emozioni, con il Sangemini che ormai dopo la seconda segnatura si era già abbandonato all’idea di uscire dalla competizione.

Il Del Nera quindi approda alle semifinali di coppa risultando una delle quattro formazioni migliori delle sessantaquattro partecipanti alla competizione. A far compagnia ai sanliberatesi, dopo aver ottenuto la qualificazione lo scorso mercoledì, ci sono Fratticciola Selvatica (compagine perugina dell’omonima frazione che sta dominando il girone B di seconda categoria) e l’Atletico Sant’Angelo (militante nel girone C e posizionata terzultima in classifica). Infine parteciperà all’estrazione per gli accoppiamenti delle semifinali, anche la vincente tra M8 e Grifo Sigillo, le quali si sfideranno oggi nella gara di ritorno terminata 2-2 all’andata in casa del Sigillo.

In attesa delle estrazioni che verranno effettuate nei prossimi giorni dal CRU, il Del Nera si gode il momento, ma da martedì si tornerà a lavoro per affrontare domenica prossima una nuova giornata del campionato.

Per vedere i dettagli della partita, clicca qui >>DETTAGLI<<

 template_dopopartita_delnera_sangemini.JPG